Sostegno agli incubatori sociali

Ci sono, nella nostra città, dei quartieri storici in cui lo sviluppo si è fermato. Disoccupazione, analfabetismo, dispersione scolastica, degrado urbano, carenza di infrastrutture, assenza delle istituzioni a fronte, a volte, della presenza di microcriminalità o criminalità organizzata sono gli elementi che spiegano cosa accade e si vede in questi luoghi. Alcuni però hanno iniziato, piano piano, in modo sommesso e rispettoso delle differenze e diversità, a darsi da fare per creare le basi per una crescita comune e condivisa. Li abbiamo incontrati strada facendo e gli incontri con loro ci hanno segnato e migliorato, ed è per questo che ci piacerebbe farveli conoscere.

La Casa di Paolo

La Kalsa è lo storico quartiere creato dagli arabi che ha dato i natali a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino ed è stato fortemente colpito dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Un solido progetto ha preso vita dal 2015 nei locali della ex “Farmacia Borsellino”, a Palermo in Via Della Vetriera n. 57, prende il nome di CASA DI PAOLO. Come scrive Riccardo Matera, si tratta di un luogo unico, speciale, emozionante, in cui si fa memoria col sorriso e con tanta dignità, a beneficio delle giovani generazioni, ma non solo. È un luogo di cultura dove si celebra la vita, un punto di aggregazione fondamentale in un quartiere difficile come quello della Kalsa. L’obiettivo della Casa di Paolo è, infatti, quello di dare un’alternativa a chi, per vari motivi, un’alternativa sembrerebbe non averla, tentando di dare ai ragazzi quegli strumenti validi affinché possano usufruirne quando, divenendo uomini, dovranno entrare nel mondo del lavoro e non vadano a finire nelle spire perverse della mafia.La CASA DI PAOLO rappresenta un atto concreto di buona volontà. Manifesta tangibilmente il desiderio di cambiamento di una condizione negativa, di un tessuto sociale, di un quartiere e, in senso più ampio, di una mentalità. Tuttavia necessita del supporto di tanti, anche minimo, simbolico, ma importante, affinché il sogno di pochi consolidi sempre più una nuova realtà per tanti.
Leggi di più

Parrocchia S. Agnese

La Parrocchia Sant’ Agnese a Danisinni, un quartiere dimenticato dal resto della città che fu antica cava di pietra e angolo di suggestiva bellezza in cui sgorgavano le sorgenti del Papireto e che oggi ospita un particolare incubatore sociale che può fare percepire il fermento che la Città vive in parecchi quartieri storici. La Parrocchia Sant'Agnese con l'Associazione "Insieme per Danisinni Onlus" e il polo educativo "Centro Tau" che da decenni lavorano quotidianamente nel Rione, hanno avviato un percorso di Comunità educante che intreccia lo sviluppo territoriale con le azioni educative a favore delle famiglie e dei minori. Una sinergia di interventi che valorizzano l'importanza della cura dell'ambiente per la crescita di chi lo abita e l'espressione-ricerca della bellezza per costruire l'ambiente che si vive. Tante sono le esperienze realizzate come ad esempio la Fattoria didattica annessa alla biblioteca di quartiere, ove la lettura di un testo in un ambiente naturale restituisce vitalità e interazione alla lettura, o anche il percorso Rambla Papireto in cui il camminamento arabo sta diventato mostra a cielo aperto, dove le immagini raccontano la storia di ieri e di oggi. Lo stesso dicasi per il Circo sociale che sorge in fattoria quale luogo di esplorazione e di apprendimento creativo, in cui la crescita e l'apprendimento diventano arte da condividere. E' così che Danisinni sogna di diventare sempre più luogo di comunione, di condivisione e scambio di saperi e sapori di vita.
Leggi di più